Vai ai contenuti

Affari Italiani - Sgominata associazione criminale che importava cani dall'est per rivenderli alla fiera del cucciolo a Milano.

Pubblicato il 11 years ago da Cati

Bloccata la Fiera del Cucciolo a Milano

09/10/2006

Sventata dalle Fiamme Gialle del comando provinciale della Guardia di Finanza di Bologna e dalle Guardie zoofile della sezione di Milano dell’Ente Nazionale Protezione Animali un’associazione criminale che importava cani dall’Est, molti erano gravemente malati e venivano venduti illegalmente durante le manifestazioni espositive meglio conosciute come fiere canine, per un giro d’affari al momento pari a 60 milioni di euro.
Bloccata la Fiera del Cucciolo a Milano (1-3 novembre) , l’appuntamento che ogni anno raccoglie migliaia di visitatori al Forum di Assago, da cui sono partiti i sospetti e le indagini relative a questa parte del mercato nero degli animali. Sotto sequestro cinque allevamenti dislocati tra la Lombardia e l’Emilia Romagna, per un’ottantina di cani ciascuno, in gran parte affetti da malattie molto gravi, peggiorate dalle pessime condizioni delle strutture che li ospitavano e dal trasporto in massa. Gli animali sono ora nelle mani della giustizia che dopo averli fatti curare (i veterinari della Asl stanno provvedendo gratuitamente alle cure e hanno l’obbligo di visitare ogni animale due volte al giorno) si preoccuperà dell’affidamento a padroni responsabili e alle associazioni di volontariato.
Sotto sequestro anche numerosissime confezioni di farmaci per uso veterinario scaduti, che venivano somministrate dagli stessi titolari degli allevamenti agli animali in assenza delle previste prescrizioni mediche.
Al momento sono 18 le persone denunciate per reati di falso, frode in commercio, contraffazione, maltrattamento e associazione a delinquere finalizzata alla illecita importazione di cuccioli di cane dai paesi dell’Europa dell’est e alla loro detenzione in strutture fatiscenti e non idonee alla ricezione degli animali, nonche’ all’esercizio abusivo della professione veterinaria: scoperti certificati di vaccinazione, di pedigree, microchip e registrazione all’anagrafe canina fasulli.

leggi tuttol'articolo