Vai ai contenuti

Anmvi - I cani di Taranto

Pubblicato il 11 years ago da Cati

NO A SPECULAZIONI SU CANILI

 

27/10/2006

@nmviOggi

E’ volato oltre confine- scrive oggi Repubblica ( cronaca di Bari) - l’allarme per gli animali della struttura comunale messa alle corde dalla mancanza di fondi dovuta al crac dell’ente municipale. E così insieme a “crocchette tedesche”per cani cuccioli e adulti spediti dall’associazione internazionale di Bonn, ETN, sono arrivati anche veterinari volontari. “I volontari, una specie di caschi blu per cani hanno risposto all’appello degli animalisti ionici. I loro soccorsi si sono sommati a quelli delle decine di tarantini impegnati nella gara di solidarietà per i cani rinchiusi nelle gabbie. Quello di ieri dovrebbe essere solo il primo intervento dell’associazione tedesca. Già nei prossimi giorni dovrebbero arrivare altre tonnellate di cibo. Il ponte con la Germania potrebbe inoltre servire a sconfiggere la piaga del randagismo. I generosi tedeschi hanno offerto gratuitamente un equipe veterinaria con tanto di ambulanza per sterilizzare i randagi di Taranto e provincia”. ( Repubblica, Bari venerdì 27 ottobre 2006). All’immediato intervento dell’Ordine dei Medici Veterinari di Taranto che ha già precisato come non sia autorizzabile in territorio nazionale l’uso di strutture veterinarie mobile, nè l’esercizio di Colleghi non iscritti ad un Albo italiano, è seguita una nota stampa della Presidenza ANMVI: “non sono accettabili speculazioni sul fenomeno- ha scritto Scotti- nè si può pensare che ci sia davvero bisogno di professionalità d’oltre confine, quando a Taranto ci sono i Servizi Veterinari della ASL competente e 140 medici veterinari iscritti all’Ordine. Il tentativo di allargare ad altri territori della Puglia il fenomeno tarantino legittima il sospetto di biasimevoli speculazioni”.

www.anmvi.it

Raccolta fondi per i 2000 cani di Taranto