Vai ai contenuti

ANSA - Sterilizzate in Trentino le due orse in cattività

Pubblicato il 11 years ago da Cati

Cleo e Kora che si trovano nell' Area Orsi di Spormaggiore, in Trentino, erano diventate un' attrattiva troppo forte per gli orsi che vivono in liberta'

28/09/2006

TRENTO, 28 SET - Le due orse Cleo e Kora che si trovano nell' Area Orsi di Spormaggiore, in Trentino, erano diventate un' attrattiva troppo forte per gli orsi che vivono in liberta', uno dei quali in primavera aveva scavalcato il recinto da acrobata per accoppiarsi con loro. Cosi' il Parco Adamello Brenta ha deciso di sterilizzare le due orse. C' erano due pericoli da evitare, infatti: da un lato il pericolo per i visitatori dovuto al probabile ritorno dell' orso nella stagione degli amori, dall' altro la possibile nascita di cuccioli in cattivita', che non potrebbero venire liberati sul territorio e che oltretutto creerebbero problemi di sovraffollamento nel recinto, pur ampio, di Spormaggiore. L' intervento di sterilizzazione delle due orse e' stato effettuato ieri sera con un' operazione di ovariectomia (asportazione delle ovaie). L'intervento, realizzato in anestesia totale, ha avuto successo, dicono i veterinari, e gia' in serata le orse si sono risvegliate. L' operazione e' stata svolta attraverso chirurgia laparoscopica da un'equipe di esperti coordinata dal dottor Friedrich, con l'assistenza della dottoressa Fraquelli. La sterilizzazione era stata suggerita sia dal Servizio Foreste e Fauna della Provincia di Trento, sia dall' Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica. Ma non tutti erano favorevoli: contro la sterilizzazione erano infatti state raccolte un migliaio di firme di cittadini. Nel recinto dell' ''Area faunistica Orso Bruno'' che si trova a Spormaggiore sono ospitati tre esemplari femmine di orso bruno nati e sempre vissuti in stato di cattivita'. Due di questi, nati nel 1996, sono di proprieta' del Parco, mentre la terza e' del Comune di Spormaggiore, gestore dell' ''Area'' stessa. Nella scorsa primavera questi esemplari hanno costituito un'attrattiva per gli orsi selvatici di sesso maschile. Tra la fine di maggio e l' inizio di giugno, attratto dall'estro delle femmine che vivono nel recinto, un orso bruno appartenente alla popolazione del Trentino Occidentale (che, sulla base delle analisi genetiche compiute sui campioni organici ritrovati, e' risultato essere Joze) ha infatti frequentato l' ''Area''. L'animale era riuscito a penetrare all'interno del recinto accoppiandosi, con ogni probabilita', con alcune o tutte le orse presenti.

COM-GFU/VNN

leggi tutto l'articolo