Vai ai contenuti

Bambina sbranata dal cane. Anmvi, "tragico copione!"

Pubblicato il 3 years ago da Francesca

Diffuso problema culturale. Il rapporto fra i cani di famiglia e la prima infanzia non va sottovalutato.

AnmviAncora una volta un cane che si dice non abbia mai dato segni di squilibrio, ancora una volta un cane di famiglia che aggredisce, ancora una volta un infante e un animale di grossa taglia da soli. “Lo scenario di Fiano Romano - è il commento dell’ANMVI - appare, dai resoconti d’agenzia, come un tragico copione che ripropone in tutta la sua drammaticità l’assenza di elementari nozioni di prevenzione del rischio".

Leggi tutto l'articolo su animalieanimali.it

2 commenti all'articolo Bambina sbranata dal cane. Anmvi, "tragico copione!"

  1. Inserito da Leila 3 years ago

    L'isolamento sociale per il cane è sempre deleterio. Egli infatti eleggerà il recinto, il giardino come suo territorio e chiunque vi entrerà viene considerato un intruso che toccherà il suo cibo, i suoi giocattoli, i cani femmina e tutte le risorse a lui necessarie per la sopravvivenza. Il mio parere è che se questo cane fosse vissuto a stretto contatto con la sua famiglia (Quindi avrebbe capito, attraverso una serie innumerevole di regole e imposizioni, che posto occupare nel branco) tutto questo non sarebbe successo. Mi auguro che questo non sia un altro pretesto per condannare una razza canina che io reputo eccezionale da tutti i punti di vista. L'errore è sempre dell'uomo.

  2. Inserito da Staff 3 years ago

    Perfettamente d'accordo con te, Leila. Staff