Vai ai contenuti

LAC - CACCIA: indegna gazzarra in Consiglio Regionale della Liguria

Pubblicato il 11 years ago da Cati

Comunicato stampa

24/10/2006

L'indegna gazzarra scatenata dai soliti 200 cacciatori spara-fringuelli, periodicamente "cammellati" in via Fieschi da alcuni partiti d'opposizione per rivendicare violazioni alle norme statali e comunitarie, in spregio alle procedure di infrazione avviate dalla Comissione UE per l'abbattimento di specie protette , è un pessimo filmetto già visto lo scorso anno.

I "brucia-siepi" che vogliono sparare rosate di pallini a qualunque cosa voli o respiri, e che oggi hanno invaso l'aula di Via Fieschi, hanno scambiato le istituzioni per una taverna di second'ordine, ove inscenare -con urla e insulti- illegittime richieste per sparare nelle aree incendiate, abbattere specie protette come fringuelli e storni, cacciare nelle ZPS (Zone di Protezione Speciale per la tutela dell'avifauna segnalate nel 2000 alla UE in attuazione delle Direttive per la tutela della fauna selvatica). Tutte cose vietate dalla legge.

L'unico modo per alcuni consiglieri regionali, per blandire queste scalmanate e prepotenti fazioni (la cui attività oggetto del disprezzo della maggior parte dei Liguri), è fare carta straccia della legalità.

Troppe sentenze dei TAR, della Corte Costituzionale, e della Corte di Giustizia UE hanno ribadito da anni che le cacce in deroga a specie protette non sono lecite per meri fini di divertimento.

Speriamo che un bel giorno se ne accorgano anche gli amministratori liguri, compreso il Presidente del Consiglio Regionale Ronzitti, che audisce i cacciatori sospendendo le regolari sedute del Consiglio Regionale.

LAC, Ufficio stampa nazionale
WWF Liguria
Italia Nostra-Liguria /settore fauna
 
contatto 339 3209725
Per informazioni, iniziative e adesioni:
LAC - Lega Abolizione Caccia
Via Solari 40 - 20144 Milano
Tel./Fax: 0247711806

Mail: info@abolizionecaccia.it