Vai ai contenuti

LAV - La LAV in piazza

Pubblicato il 11 years ago da Cati

già raccolte 50000 firme

05/11/2006

Il Presidente del Consiglio Romano Prodi riceverà dalla LAV le prime 50mila firme raccolte dall’Associazione nel corso di questo fine settimana, in 350 piazze d’Italia, per sollecitare l’attuazione delle riforme in tema di tutela degli animali, promesse nel programma elettorale (pag. 153 del programma “Per il bene dell’Italia”) della Coalizione guidata da Romano Prodi.

Questi gli impegni assunti dalla Coalizione di Governo:
- Vivisezione: progressiva abolizione della sperimentazione animale e promozione dei metodi alternativi di ricerca.
- Diritti: riconoscimento degli animali nella Costituzione come esseri senzienti.
- Allevamento, trasporti, macellazioni: revisione delle leggi attuali per salvaguardare il benessere degli animali.
- Caccia: rispetto delle direttive europee e cancellazione delle deroghe all’attività venatoria.
- Conservazione della biodiversità e sviluppo delle aree marine protette.

Nello spirito dell’impegno di Governo, la LAV ha redatto un più ampio e dettagliato “Piano nazionale per i diritti degli animali” articolato in 17 punti. Gli obiettivi principali sono così riassunti:
- una legge definitiva che vieti l’importazione e il commercio di pelli e derivati di foca;
- annullare le decisioni negative della precedente legislatura in tema di zoo, ingozzamento forzato di anatre e oche, allevamento di animali da pelliccia.
- Rendere obbligatorio, con un decreto del Ministero della Salute, l’impiego di metodi alternativi alla sperimentazione animale, e favorire la riconversione di stabulari e laboratori che fanno uso di animali.
- Vietare l’utilizzo di animali nei circhi, l’importazione e la vendita di animali esotici.
- Agevolazioni per la cura e il mantenimento di animali domestici: servizio mutualistico, detrazione delle spese veterinarie, riduzione dell’Iva sugli alimenti per animali.
- Rivedere la normativa su allevamenti, trasporti e macelli: una legge che metta fine all’allevamento intensivo dei polli, l’attuazione del Regolamento europeo sui trasporti, l’obbligo dello stordimento senza deroghe prima della macellazione.
- Integrazione e applicazione delle normative per la prevenzione del randagismo, applicazione dell’anagrafe canina nazionale.
- Riconoscimento degli equini come animali d’affezione e una specifica legge di tutela.
- Rafforzamento della legge 189/04 contro il maltrattamento, uccisione e abbandono di animali; diffusione di programmi educativi nelle scuole.
- Regolamentazione della pet therapy e divieto di utilizzo di animali selvatici e cuccioli.
- Istituire una specifica Direzione per la protezione animale presso il Ministero della Salute e un’area d’intervento specializzata presso i Servizi Veterinari Asl.
“Questi impegni rappresentano un’importante opportunità per l’affermazione dei diritti degli animali e la LAV si batterà affinché questi impegni possano essere trasformati in fatti, in riforme, ed essere estesi anche ad altri ambiti indicati nel più ampio “Piano nazionale per i diritti degli animali” da noi proposto - dichiara Gianluca Felicetti, presidente della LAV - Gli animali sono parte integrante della vita quotidiana di ogni singolo cittadino, anche di coloro che non ospitano animali in casa ma ne fanno uso, o spesso purtroppo abuso, pensiamo agli 83 kg pro capite di carne consumati mediamente in un anno in Italia, ai ricercatori dei 581 laboratori autorizzati in Italia ad utilizzare animali a fini sperimentali, ai numerosi malati che si affidano ai farmaci testati su animali, a coloro che ancora praticano la caccia, ecc. Così come avvenuto nel 2004 con l’approvazione della legge 189 contro i maltrattamenti, queste riforme offriranno alle forze dell’ordine e alla magistratura nuovi e concreti strumenti di prevenzione e di repressione di abusi ai danni degli animali”.

Per dare un sostegno concreto a questa campagna, i cittadini sono invitati a scegliere (con una donazione minima di 10 euro) il Calendario LAV 2007, realizzato con le significative immagini di Nicolò Barile, fotografo pugliese, da sempre vicino alle attività dell’Associazione. Mese dopo mese, gli scatti in bianco e nero, aprono uno spiraglio sulle emozioni e la vita degli animali. 

www.infolav.org