Vai ai contenuti

Nuovo 730: istruzioni per le detrazioni veterinarie

Pubblicato il 2 years ago da Francesca

AnmviDa quest'anno l'Agenzia delle entrate, a partire dal 15 aprile, mette a disposizione il Modello 730 precompilato. Istruzioni e scadenze. Spese veterinarie ricomprese fra le spese alle quali spetta la detrazione del 19%. Detraibili gli "scontrini parlanti" della farmacia. Chiarimenti per cani guida e attività di allevamento.
Con i provvedimenti del 15 gennaio 2015 sono stati approvati i modelli e le istruzioni del 730, dell'Iva/2015, del 770 Ordinario e Semplificato e della Certificazione unica.
Modello 730/2015 - I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi) possono presentare la dichiarazione con il modello 730. Da quest'anno l'Agenzia delle entrate, a partire dal 15 aprile, mette a disposizione di contribuenti anche il Modello 730 precompilato. E' tuttavia ancora possibile utilizzare il 730 ordinario che deve essere presentato entro il 7 luglio 2015 -
Nelle istruzioni di compilazione diffuse on line, le spese veterinarie (Righi da E8 a E12 - Altre spese) per le quali sono riconosciute le agevolazioni fiscali sono le spese veterinarie sostenute per la cura di animali legalmente detenuti per compagnia o per pratica sportiva.Vanno indicate come spese desumibili dalla sezione "Oneri detraibili" della Certificazione Unica contraddistinte dai codici da 8 a 37 e 99, per le quali spetta la detrazione d'imposta del 19 per cento. L'elenco dei codici è riportato nelle tabelle "Spese per le quali spetta la detrazione del 19 per cento" presente all'inizio delle istruzioni relative alla Sezione I del quadro E. L'importo da indicare nel rigo non può essere superiore a 387,34 euro. La detrazione sarà calcolata sulla parte che supera l'importo di 129,11 euro. Ad esempio, per spese veterinarie sostenute per un totale di 400 euro, nel rigo andranno indicati 387 euro e la detrazione del 19 per cento sarà calcolata su un importo di 258 euro.

Leggi tutto l'articolo su anmvi.it