Vai ai contenuti

OIPA - Il governo della Corea del Sud tenta di legalizzare la carne di cane

Pubblicato il 11 years ago da Cati

Una petizione da firmare

18/10/2006

L’OIPA ha ricevuto la notizia dall’associazione coreana KAPS - Korea Animal Protection Society, che il Governo coreano sta andando avanti con i suoi piani per legalizzare il commercio della carne di cane attraverso l’introduzione di una politica sul controllo igienico del commercio di tale carne.
Il Ministero per la coordinazione delle Politiche Governative ha proposto alcune leggi che richiedono il controllo igienico del commercio e tutto ciò incoraggerà il cibarsi di carne di cane e la legalizzazione del business.
L’associazione coreana per lungo tempo e instancabilmente ha lavorato contro la pericolosa definizione di “animali domestici” che potrebbe fornire una base legale per creare la distinzione tra “cani domestici” e “cani per cibo”. Il Governo coreano nega la sua intenzione di legalizzare la carne di cane ma allo stesso tempo non ha accettato la definizione che era stata proposta di “animali da compagnia”.
Il Governo coreano sta cercando di associare il tentativo di legittimare il commercio della carne di cane con la protezione animale, presentando la sua linea di condotta come una combinazione di protezione degli animali, della pubblica salute e dell’ambiente.
Non si possono proteggere i cani mentre si sviluppa una politica per il controllo igienico della carne di cane. L’uccisione di migliaia di cani per “cibo”avviene solo per dei miti “sulla salute”. Il governo coreano per lungo tempo ha discusso sulla riduzione della crudeltà verso i cani nel processo di macellazione. Questa rappresenta una scusa, perché se vogliono veramente ridurre la crudeltà, devono solo rinforzare l’esistente “Animal Protection Law”.
L’OIPA insieme ai delegati ad Hong Kong e in Cornovaglia ha iniziato una petizione on line, in appoggio alla richiesta del KAPS rivolta al Presidente coreano, affinché questo tentativo di legalizzare il consumo di carne di cane venga fermato immediatamente e che tutti i cani e i gatti siano inclusi all'interno della definizione di “animali da compagnia” e che faccia il possibile per far rispettare la già esistente legge a protezione degli animali.

Traduzione della petizione:
President Roh Moo-Hyun,
sono atterrito dall’aver appreso che il governo coreano sta progettando di introdurre una politica sul controllo sanitario della carne di cane. Ciò aprirà soltanto la strada verso mezzi legali di fare un business del commercio illegale della carne di cane e incoraggerà notevolmente il consumo di questa carne.
Sono afflitto quando penso agli effetti devastanti che questa politica avrà su un numero incalcolabile di cani e gatti coreani che stanno morendo, milioni ogni anno. Questo è il risultato del totale fallimento del governo nel far chiudere i ristoranti che servono carne di cane ed educare il pubblico circa le asserzioni fraudolente sui benefici per la salute, responsabili del macello insensato e vergognoso di questi animali.
I funzionari del governo hanno, per loro propria ammissione, conoscenza che questa è una manovra impopolare e hanno ammesso che non vi è consenso e certamente nessun mandato dal pubblico coreano per incoraggiare la legittimazione del commercio della carne di cane. Il perché il governo dovrebbe cercare di appagare una piccola minoranza di persone che si cibano di cane è quindi al di là della comprensione di chiunque. Se il governo coreano è veramente impegnato, come afferma, a ridurre gli abusi sugli animali, deve fermare immediatamente tutte le misure destinate a legittimare il consumo della carne di cane. Dovrebbe incorporare tutti i cani e gatti all'interno della definizione “animali da compagnia” e fare tutto ciò che è possibile per rinforzare e specialmente far rispettare l’esistente legge a protezione degli animali. Nessuno si farà ingannare dalle promesse del governo coreano per l'idea di protezione animale mentre simultaneamente tenta di legalizzare il commercio vile della carne di cane.
I cani ed i gatti non sono una fonte principale di cibo in Corea, come le mucche o i polli, pochi Coreani li mangiano se non per il motivo fraudolento di benefici alla salute. Hanno molto più il in comune con gli orsi e le tigri, le cui parti del corpo inoltre sono vendute in un'altra illegale e vergognosa industria. Il commercio della carne del cane è un'industria basata sulla frode verso il consumatore e crudeltà sugli animali. È vostro dovere proteggere sia gli animali che i consumatori da questa industria illegale facendo rispettare la legge ed educando il pubblico.
Come Presidente, avete il potere di fermare i tentativi poco propizi e mal-giudicati del Governo, di legalizzare il commercio della carne del cane. L’insuccesso nel far ciò, porterà grande vergogna sul vostro paese e su ancora più miseria a milioni di animali coreani.
In fede

firma la petizione