Vai ai contenuti

Prov. Chieti - Collari 'da tortura' per cani, tartufaio nei guai

Pubblicato il 4 years ago da Francesca

La Forestale di Chieti denuncia un cercatore di tartufi per detenzione di 2 cani in condizioni sofferenti. Indossavano collari da addestramento elettronici vietati che danno scosse.

CollareIl Corpo Forestale dello Stato ha sottoposto a sequestro preventivo, successivamente convalidato dal Pubblico Ministero c/o il Tribunale di Vasto, due collari correttivi elettronici, utilizzati quale mezzo coercitivo per soggiogare due cani da tartufi. L'attività investigativa è stata intrapresa dal Comando Stazione Forestale di Gissi a seguito di segnalazione da parte di alcuni cittadini circa la presenza di due cercatori di tartufo in area ad alta vocazione tarfufigena di tartufo bianco (tuber magnatum pico), in località "Carunchino", in periodo di divieto generale di raccolta. Alla vista degli agenti del Corpo Forestale dello Stato, i due tartufai, intercettati nei pressi del loro fuoristrada nascosto tra la vegetazione, sono fuggiti dandosi alla macchia, mentre i cani al loro seguito si sono fermati vicino all'automezzo.

Leggi tutto l'articolo su ilcapoluogo.it