Vai ai contenuti

Rapporto EURISPES 2015, rafforzata la sensibilità degli italiani per gli animali

Pubblicato il 2 years ago da Francesca

L’indagine - che come ogni anno analizza l’attitudine degli italiani su temi come gli animali, l’ambiente e l’alimentazione - rivela il rafforzamento di trend già noti: l’amore e il rispetto per gli animali e la scelta a favore di un’alimentazione vegetale, riscuotono una crescente attenzione ed adesione.

AnimaliGli italiani si schierano decisamente ed inequivocabilmente contro lo sfruttamento degli animali: si dichiarano contrari alle pellicce (90,7%), alla vivisezione (87%), alla caccia (78,8%), ai circhi (68,3%) e ai delfinari (64,8%). Cala il numero di chi ama lo zoo (-9,5% rispetto al’anno precedente). Cresce la percentuale di italiani che vorrebbero consentire l’accesso degli animali da compagnia nei luoghi pubblici (56,5%) e nelle strutture ricettive (56,8%) e di chi caldeggia – come la LAV – una legge che equipari gli equidi agli animali d’affezione impedendone la macellazione (64,4%). “Sono dati molto espliciti – commenta la LAV - l’amore per gli animali e l’attenzione ai loro diritti non subisce flessioni. Si verifica sì un lieve calo nel numero di chi ha accolto in casa un animale (33%), ma si tratta di un effetto dovuto alla contrazione della disponibilità economica, che si registra, con percentuali ben più consistenti, anche negli altri settori analizzati dal rapporto.”

Leggi tutto l'articolo su LAV.it