Vai ai contenuti

Comunicato stampa del 18/08/2009

Pubblicato il 11 years ago da Francesca

Nuovi abbandoni davanti al Rifugio della Sezione di L'Aquila.

Con la presente la Sezione di L’Aquila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane denuncia l’ennesimo episodio di abbandono di animali: in data odierna, infatti, sono state rinvenute – nei pressi del Rifugio dell’Associazione, a Paganica – 3 cucciole di cane, di circa 50 giorni di età in pessime condizioni igieniche e  di salute.
Le cucciole, gettate in un campo al di là di un canale di irrigazione, erano ricoperte di parassiti ed una di loro ha un grosso ematoma sulla pancia e le zampe posteriori rotte.
I cani sono stati immediatamente ricoverati presso il Rifugio – in isolamento, onde evitare epidemie e contagi - dove sono stati prontamente visitati dal Responsabile Sanitario della struttura ed hanno ricevuto le prime cure necessarie.
Ricordiamo che l’abbandono, oltre ad essere un gesto infame, è un reato punito penalmente: l’Associazione – avendo messo sotto sorveglianza video la zona del Rifugio – farà tutto ciò che è in suo potere per trovare i responsabili.
Purtroppo non si tratta di un caso isolato: molti infatti gli episodi di maltrattamento ed abbandono che si sono susseguiti in questi mesi.
La Sezione di L’Aquila della Lega del Cane si sta costantemente occupando – oltre alla gestione ordinaria del proprio Rifugio (che ospita in media 400 cani) - di procurare cibo e acqua ai randagi (anche nelle zone rosse delle frazioni), di catturare e sterilizzare le femmine e di affidare il maggior numero di animali, al fine di poter accogliere senza problemi gli animali che le vengono affidati dal Servizio Veterinario della Asl.
L’Associazione, dal 6 Aprile scorso, ha messo a disposizione le proprie scorte di cibo e medicinali, sia per i privati proprietari di animali in difficoltà a causa del sisma, che dei volontari che si occupano di cani e gatti randagi: attualmente la distribuzione si è fermata, visto che i magazzini sono vuoti e la Lega del Cane ha la necessità di accudire i propri 400 animali, acquistando il mangime.
Nonostante le difficoltà che dipendenti e volontari della Lega del Cane hanno (come tutte le persone colpite dal sisma), il lavoro di gestione del Rifugio e di lotta al fenomeno del randagismo prosegue senza sosta: attraverso sterilizzazione, anagrafe canina (microchip) e adozione responsabile, combattiamo ogni giorno per tutelare gli animali.
Per informazioni, segnalazioni o emergenze, la nostra segreteria di Sezione è a disposizione: 329.9064859info@cuccefelici.com.

          L’Aquila, 18 Agosto 2009